Ex Snia Viscosa

A Roma, nella media periferia est, c’è una ex area industriale che da decenni è li in attesa di essere riqualificata. All’interno di quest’area, negli anni 90, durante i lavori per la realizzazione di un centro commerciale, sorse un laghetto a causa del danneggiamento della vena dell’acqua Vergine. Infatti dalle fondamenta del mega complesso di cemento cominciò ad affiorare una grande quantità d’acqua, che finì per formare l’attuale laghetto che ha una profondità di circa 6 metri.

snia1

Negli anni tale area è stata adottata da comitati di quartiere e dai gruppi di estrema sinistra che chiedono di creare un parco di quartiere. Sulla medesima area però anche i costruttori ci hanno messo gli occhi, cercando di convertirla in residenziale o commerciale.

Questo è il classico esempio italico di posizioni ideologiche contrapposte che portano solo al nulla. Intanto passano i decenni e l’area è ancora li…

Sarebbe troppo chiedere una mediazione e copiare quanto fatto da secoli in altri paesi, dove si creano parchi urbani ma nel contempo si realizzano anche infrastrutture o residenze o aree commerciali? Che so, prendere spunto dalle Immeuble villas del buon vecchio Le Corbusier, che andrebbe imitato non nell’uso del cemento a faccia vista, ma nelle interessanti soluzioni urbanistiche. In questo modo si potrebbero creare delle residenze a torre o a blocco lasciando così un’ampia area per il parco con annesso laghetto. E tutti sarebbero felici e contenti, cittadini e costruttori…

snia2

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.